28/08/2017 - Nuove procedure per richieste di rimborsi


Le richieste di rimborso dei provider ECM, relative a erronei versamenti eseguiti ad AGENAS possono essere presentate esclusivamente per le seguenti casistiche:

  • ripetizione di un versamento relativo ad un evento/PFA o al contributo alle spese annuali, per il quale è stato già effettuato il pagamento;
  • versamento effettuato per un importo superiore a quello indicato nella 'Gestione versamenti' degli eventi/PFA;
  • versamento effettuato per un importo superiore a quello indicato nella normativa (D.M. 26/03/13 Contributo alle spese).
La richiesta dovrà essere redatta su carta intestata del richiedente ed inviata ad AGENAS in formato cartaceo all’indirizzo di Via Piemonte 60 - 00187 Roma (RM) oppure all’indirizzo di Posta Elettronica Certificata (PEC) puglia@pec.agenas.it (solo se inviata dalla 'PEC' del Provider) e dovrà contenere:
  • la motivazione dell’errato versamento;
  • i dati necessari per effettuare il rimborso dell’importo non dovuto (IBAN c/c bancario o postale);
  • firma in calce autografa del legale rappresentante;
  • l’originale del bollettino postale o della ricevuta del bonifico bancario di cui si richiede il rimborso (che verrà restituito, se richiesto, a procedura conclusa);
  • la fotocopia del bollettino postale o della ricevuta del bonifico bancario inerente il versamento corretto i cui dati sono stati inseriti nella 'Gestione versamenti'.
Non sono accettate liste movimenti.

Le stampe da internet possono essere accettate, ove contengano tutti i seguenti elementi:
  • stampa contestuale o successiva alla data di valuta al beneficiario;
  • stampa riportante la dicitura 'eseguito', se prevista dall’Istituto;
  • stampa riportante il numero di CRO o simili.